Gian Luigi Zaina

  • Nella letteratura aziendale troviamo tanti libri di imprendi[tori vincenti che ripercorrono tutta la loro vita in funzione della vittoria raggiunta. Ma il vincitore che scrive la storia spesso tralascia i momenti critici, i momenti di difficoltà e d’incertezza, quindi fa sfuggire al lettore i passaggi più difficili, quelli in cui prende decisioni, quelli cioè in cui utilizza il suo strumento di orientamento: la bussola. Nel suo libro La mia bussola. L’amicizia, la famiglia, l’impresa (Spirali), Paolo Moscatti racconta le vicende che lo hanno visto protagonista in

  • Quest’anno la vostra azienda celebra cinquant’anni nella produzione di particolari meccanici torniti di precisione per importanti multinazionali di componenti oleodinamici e automobilistici, che voi esportate in paesi come Germania, Polonia, Svizzera e Australia. Inoltre, voi avete contribuito come sponsor tecnico alla vittoria di Emilia IV (il veicolo solare della classe cruiser, prodotto dall’Associazione sportiva Onda Solare Asd) al World Solar Challenger 2018, la gara mondiale di auto a energia solare che percorrono 3000 chilometri. La trasformazione in atto nel

  • La moda rappresenta la seconda industria in Italia, un comparto con 1,2 milioni di persone che lavorano nella produzione e nel commercio. L’emergenza causata dall’epidemia di Covid-19 ha provocato nel 2020 una perdita del 30 per cento di fatturato, pari a circa 29 miliardi di euro, ma ha anche dato impulso ad alcuni trend come la necessità per i marchi di cambiare la logistica, di accelerare l’e-commerce e di aumentare la velocità di risposta alle richieste dei mercati. In che modo oggi l’imprenditore del settore abbigliamento può cogliere gli indici della

  • A proposito del titolo di questo numero del giornale, La vita differente e varia, mai come in questo momento, nell’impresa e nella società civile, constatiamo che la differenza e la varietà sono inarrestabili.

  • In occasione dell’undicesima edizione della giornata nazionale delle Piccole e Medie Imprese, PMI Day-Industriamoci, il 20 novembre scorso Confindustria Emilia Area Centro ne ha organizzato una versione completamente digitale, con risultati eccezionali: sono intervenuti tre imprenditori, “ambasciatori della cultura d’impresa”, che hanno raccontato la loro esperienza e hanno risposto alle domande di 1500 studenti delle scuole superiori… È stato un evento molto bello e interessante, organizzato a partire da una riflessione che era intervenuta già nel 2019 e che nel 2020 ha sfruttato l

  • Sono felice d’intervenire a questo forum (La macchina e la tecnica. L’invenzione, l’arte, la libertà d’impresa, Laboratorio aperto Modena, 10 settembre 2020), in un contesto insolito rispetto alla mia esperienza di incontri con gli associati di Piccola Industria Confindustria Emilia Area Centro, di cui sono presidente. E vorrei avviare questa riflessione con un tema che mi sta molto a cuore: come divenire imprenditori. Non c’è una scuola e non ci sono libri che possano insegnare questo mestiere, tuttavia, i giovani più intraprendenti possono frequentare migliaia di imprenditori all’

  • A proposito del tema di questo numero del giornale, L’incontro, fin in dai primi mesi del suo mandato di presidente della Piccola industria di Confindustria Emilia Area Centro, nel 2018, lei ha dato impulso all’organizzazione di incontri per la crescita della cultura d’impresa fra gli associati. Con quale approccio e con quale scommessa? Soprattutto in questo periodo di lockdown, in cui abbiamo usato gli strumenti di comunicazione a distanza in maniera massiva, ho avuto un’ulteriore prova di quanto fosse indispensabile rivolgersi alla piccola impresa con un linguaggio più

  • Lei è vice presidente di Confindustria Emilia Area Centro e presidente della Piccola Industria all’interno della stessa organizzazione confindustriale, che accoglie – nelle tre province di Bologna, Ferrara e Modena – un polo di oltre 2700 piccole imprese in grande sviluppo, con una densità geografica tra le più rilevanti d’Europa. Quali sono le difficoltà che le piccole imprese devono affrontare nei prossimi mesi e quali le proposte per il loro avvenire? Partiamo da un dato importante: le piccole e medie imprese costituiscono il 98 per cento del tessuto economico italiano. Gli