Occuparsi, impegnarsi, affaccendarsi, affannarsi: quando? Per cosa? Per chi? Vale la pena? O la candela? “Ho raggiunto le mie mete, i miei obiettivi, non ho più finalità da perseguire: non è meglio fare un passo indietro, o andare in pensione, o cedere l’azienda, magari dopo aver programmato il passaggio generazionale, eletto il successore, venduto al fondo d’investimento?”. Sulle note del fantasma di fine del tempo, la ballata dell’arrivato, del vincitore vinto – di chi sapeva, voleva, poteva, doveva fare e ora non sa, non vuole, non può più nulla – propone la rassegnazione come abito di turno, come divisa del nulla per darsi la pena e la colpa del proprio destino segnato, il destino di morte: approdare alla fine, esaurire la vita è il compito del penitente.
Ulisse non è approdato a Itaca, sarebbe stato un ritorno. Ma il viaggio...

Nei suoi interventi, lei insiste che nella valutazione delle variazioni climatiche non ci si può basare sulle osservazioni metereologiche. Perché? Per intendere le questioni legate al clima, occorre partire da una distinzione tra meteorologia e climatologia, spesso confuse: la meteorologia riguarda il tempo del giorno o della settimana, la climatologia lavora su scale temporali che vanno da decine di settimane a milioni di anni. Considerando i dati dal 1860 fino ai giorni nostri, la climatologia constata che la temperatura è di pochi decimi di grado sotto la media fino al 1930, poi presenta una certa stazionarietà, fino a un aumento tra il 1945 e il 1980, e ancor più, ma sempre di pochi decimi di grado, fino al 2000, e oltre. Ma se passiamo dai cento anni a una carrellata più indietro nel tempo (basandoci su indizi, perché i ter...

Oggi TEC Eurolab è partner tecnologico di grandi gruppi internazionali che operano in vari settori fra cui l’aeronautico, l’automotive e il biomedicale. Ma già trent’anni fa, quando avete costituito il primo laboratorio per le analisi dei materiali, il vostro approccio era di tipo industriale, tant’è che fra i vostri primi clienti c’erano l’Istituto Giordano e la Lamborghini Engineering, che correva in Formula 1. Si direbbe che avevate fin dall’inizio un’idea dell’approdo… Un’azienda ha tanti traguardi e tante mete da raggiungere, ma mai un approdo definitivo, un porto in cui il suo viaggio giunga al termine. Un’idea di approdo, invece, è intervenuta rispetto al mio viaggio, nel 2013, quando mi sono reso conto che c’erano i termini per il passaggio di consegne alle nuove generazioni.
Le decisioni dell’imprenditore...

La trasformazione dei processi produttivi in atto non implica più soltanto una valida formazione tecnica, ma un nuovo approccio alla produzione che tenga conto del viaggio dell’impresa e che nessuna intelligenza artificiale potrà sostituire. Può darci testimonianza della riuscita e dell’approdo del vostro viaggio nella produzione di stampi per materiali termoplastici? Per produrre ciascuna volta uno stampo unico è necessario che nella fase di costruzione l’apporto del progettista sia simultaneo a quello del tecnico. La formazione tecnica, quindi, non è mai acquisita una volta per tutte, ma interviene strada facendo.
Più difficile è, invece, abituare chi opera nell’azienda a...

Quando ha fondato la SIR (Soluzioni Industriali Robotizzate), nel 1984, Luciano Passoni, suo padre, aveva un sogno: diffondere l’automazione il più possibile per alleviare la fatica dell’uomo nei lavori più pesanti e ripetitivi. In trentacinque anni avete onorato questo sogno, installando oltre 3800 impianti nel mondo. I robot SIR svolgono i loro meticolosi compiti in alcune delle più importanti aziende costruttrici di automobili, aerei e altri beni di produzione industriale. Qual è la riuscita e quale l’approdo nel vostro itinerario? La riuscita, in un’azienda come la nostra, è identificabile nell’obiettivo di breve e medio termine. Poiché la nostra produzione è di tipo prototipale, ciascuna singola commessa rappresenta una sfida per nulla scontata: soltanto alla conclusione del processo progettuale e costruttivo possiamo essere certi del buon esito della soluzione proposta....

L’Associazione Prospettiva Europea, che ha curato il libro Europa 4.0. Il futuro è già qui (Livingston editore), nasce nel 2011 a Napoli dall’incontro di un team variegato di professionisti e si occupa principalmente di progettazione europea, monitoraggio di bandi e altre opportunità, come i finanziamenti a start-up e progetti innovativi...

In Emilia Romagna non è ancora possibile tracciare una mappa della rivoluzione annunciata con la digitalizzazione manifatturiera di Industria 4.0 – promossa in Europa nel 2011 dalla Germania per finanziare le aziende nazionali che necessitavano di un ammodernamento tecnologico – perché è un processo ancora in atto. L’Italia, che già nel rinascimento aveva inventato un nuovo modo di commerciare...

Il mio saggio pubblicato nel libro Europa 4.0. Il futuro è già qui (Livingston edizioni) nasce dall’analisi del variegato mondo delle piccole e medie imprese italiane che da sempre rappresenta, da nord a sud, non solo dal punto di vista geografico, ma anche dal punto di vista economico, finanziario e gestionale, la spina dorsale dell’economia del nostro paese.
Questo saggio prova a...

“Le stelle volano come lucciole secondo il loro numero”. Con questo annuncio esordisce il capitolo La costellazione, l’adiacenza, il caso del libro di Armando Verdiglione Urkommunismus.
La paura della parola. Per l’autore, “numero” (il numero della vita, il numero che nessuno sceglie, il numero che non si pensa di avere o di essere) vale anche “particolarità”, “...

Nel 2015, grazie all’esperienza acquisita lavorando per vent’anni nell’Officina Meccanica Bartoli, fondata da suo nonno nel 1961, lei ha scommesso su una storica realtà modenese nota per la tornitura dei metalli, l’Officina Bertoni Dino Srl, cambiando rotta e portando il team a specializzarsi in lavorazioni meccaniche, quali la brocciatura e la stozzatura, indispensabili nella realizzazione di componenti meccanici per l’industria...

Il Gruppo SEFA Holding ha attraversato le diverse fasi dell’industria manifatturiera, approdando via via alla costituzione di nuove società nel settore siderurgico. Nati con la commercializzazione di acciaio e alluminio, poi del titanio, attualmente commercializzate anche polveri metalliche per la stampa 3D.
Oggi, con l’espansione dell’economia digitale, si trasforma anche la...