Economia e finanza

  • L’etimo di realtà, il latino realitas, ci riporta a res, cosa. La cosa pubblica a Roma. La cosa in sé di Kant. L’esser-cosa della cosa di Heidegger. La cosa freudiana di Lacan. La cosa è l’essere? La cosa è il linguaggio o è nel linguaggio, dimora dell’essere? In Duns Scoto la realitas non era la realtà esteriore, era l’esse in re della cosa: già nel XIII secolo il Doctor Subtilis indicava che la realtà vincola la cosa all’essere, all’ontologia, non a quel che appare. Confermava così il discorso occidentale, secondo cui, fin da Aristotele (“Non tutto

  • Lo storytelling del politicamente corretto inneggia all’importanza dell’utile: fioccano gli inviti a fare qualcosa di utile, per se stessi e gli altri, o a rendersi utile, collaborando per il bene comune. I più audaci invitano a mirare all’utile, purché, beninteso, non contrasti con l’etica sociale e non sia confuso con il profitto, cui viene quasi sempre attribuito l’aggettivo “ingiusto”, soprattutto se si tratta di utili d’impresa. L’importante è che non ci sia qualcosa di inutile o di inutilizzabile: le campagne contro lo spreco, così in voga, esigono che le cose siano utili,

  • Chi ha letto il mio libro, Quindici anni di riflessioni sull’euro (Pendragon), potrebbe pensare, a torto, che io sia antieuropeista. Non sono contro l’Europa, anche se la vorrei, come auspicava Carlo Cattaneo, d’impronta federalista. L’Unione europea è stata messa in crisi non dagli antieuropeisti, bensì dall’euro, perché quando in un unico mercato, con una moneta unica, operano stati o aziende con diversa efficienza, se il mercato è libero, chi non è in grado di offrire un prodotto o un servizio in concorrenza con gli altri, con il tempo, scompare. Quindi, è del tutto ovvio il

  • La tesi proposta fin dai primi saggi, cioè dal 2001, del libro di Tomaso Freddi, Quindici anni di riflessioni sull’euro (Pendragon), è che le condizioni economiche, industriali e politiche dell’Italia ci avrebbero messo in una condizione di svantaggio rispetto ad altri paesi europei che avevano aderito all’euro e che questi svantaggi non sarebbero diminuiti con la nostra adesione. I suoi avversari intellettuali opponevano a questa argomentazione l’idea che l’ingresso nell’area dell’euro ci avrebbe costretto a fare quelle riforme che noi italiani non siamo mai stati capaci di fare da

  • Sarà ricordata come la più grande operazione di cambio di valuta della storia, l’introduzione dell’Euro, la moneta che, dal gennaio 2002, è utilizzata dai milioni di cittadini dei paesi dell’Unione Europea. La moneta unica, come l’istituzione del mercato unico, avrebbe dovuto sancire la comune identità del continente. Negli intenti delle istituzioni europee, questa comunanza doveva costituire la via sicura per favorire la crescita economica e elevati tassi di occupazione, oltre a una maggiore efficienza e una solidità economica. Tuttavia, questi risultati non sono stati raggiunti, come

  • Il continuo aggiornamento tecnologico, integrato da ingenti investimenti in strutture, macchine, impianti, magazzini automatizzati e uomini, unito alla ricerca costante di prodotti e di fornitori, in particolare le acciaierie più qualificate a livello mondiale, costituiscono gli elementi della riuscita di S.E.F.A., azienda leader nella commercializzazione di materiali per la costruzione di stampi e utensili, acciai da costruzione e bonificati, acciai speciali Uddeholm e altri materiali per la manutenzione meccanica. Negli ultimi anni il vostro Gruppo ha valorizzato la quarantennale

  • Negli ultimi anni, le moderne tecnologie hanno favorito la diffusione dei materiali termoplastici, in alternativa o in sostituzione dei metalli. La ricerca e l’applicazione di questi materiali speciali ha richiesto di avvalersi sempre più dello stampaggio a iniezione, di cui la vostra azienda è leader. Qual è il contributo che la vostra Officina Meccanica offre alla comunità?

  • La città e la comunità sono costituite da infinite storie di imprese, storie di uomini e donne che lavorano per mettere a frutto il patrimonio d’ingegno, di scienza, di arte e di cultura che distinguono una comunità dall’altra. Costituita nel 2003, la PRM (Professionisti Revisori Modena) offre numerosi e qualificati servizi di controllo contabile e revisione legale e volontaria di bilancio alle imprese di diversi settori fra cui abbigliamento, produzione di ceramiche per l’edilizia, costruzioni civili e opere pubbliche, chimico, meccanico, alimentare, editoriale, bancario, informatico,

  • La vostra società opera nel settore delle energie rinnovabili ed è specializzata nelle attività di consulenza, progettazione e installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili, sistemi di efficientamento energetico e gestione ambientale. La pluriennale esperienza maturata nel settore, unita alla ricerca costante, vi hanno consentito di registrare due brevetti industriali, fra cui i primi pannelli solari galleggianti …

  • Nella seconda edizione del contest internazionale The B-Side 2.0, che si è svolta anche quest’anno in occasione della manifestazione bolognese Design Week, avete accolto quasi duecento proposte di architetti e designer provenienti da tutto il mondo, premiando i più innovativi in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Bologna…
    Abbiamo voluto rilanciare l’importanza e la bellezza del marmo, premiando alcuni designer italiani, macedoni e venezuelani che hanno ideato e prodotto oggetti di arredamento ricavati dagli sfridi di lavorazione delle pietre naturali, spesso