Economia e finanza

  • Zhou Qing

    Già tredici anni fa, nel libro La sicurezza alimentare in Cina (Spirali), lei documentava la disastrosa situazione alimentare nel suo paese e il pericolo connesso alle esportazioni di prodotti cinesi.
    In questi anni la situazione è migliorata o peggiorata? Certamente la situazione è più seria.
    La polmonite di Wuhan, che sta attualmente mettendo in pericolo il mondo e sta facendo dell’Italia l’area colpita più pesantemente in Europa, è stata determinata da fattori precisi: l’abitudine di mangiare pipistrelli e pangolini.

  • Nel libro Il diritto penale totale. Punire senza legge, senza verità, senza colpa (il Mulino), scritto da un fine giurista come Filippo Sgubbi, sono raccolte venti tesi dalla cui lettura risalta come, da alcuni decenni in Italia, sia in atto la metamorfosi del diritto in diritto penale totale: un diritto sempre più rivolto contro l’Altro, orientato più dalla vendetta contro il cittadino che dalla giustizia. Il diritto penale totale riguarda ciascuno, avverte l’autore: “Ad analogo sviluppo penalistico si presta la logica della violenza strutturale: razzismo, sessismo,

  • Il libro di Filippo Sgubbi Il diritto penale totale (il Mulino) è preciso e coraggioso, anche se ha rinfocolato una grande tristezza per noi avvocati che vediamo il diritto appassire, vediamo questa trovata fantastica della cultura greco-romana avviarsi verso un modello secondo cui non siamo più di fronte a norme astratte, ma a comandi personali. La nostra Costituzione ha affrontato il problema della legge per santificarla nel primo comma dell’articolo 3, secondo cui tutti i cittadini sono uguali, senza differenza di razza, lingua, religione, opinioni politiche e condizioni

  • Il diritto penale, che insegno da oltre quarant’anni, fino a poco tempo fa era una materia confinata agli addetti ai lavori. Nella realtà di oggi, invece, piaccia o no, interessa tutti, perché tutti noi siamo esposti a due parametri che dilatano l’ambito penale: da un lato, l’incertezza del diritto e, dall’altro, il criterio del sospetto.
    Prima vigeva l’idea tradizionale del diritto penale rispettoso degli articoli 24, 25 e 27 della Costituzione: il diritto penale deve nascere dalla legge e solo una legge del Parlamento può stabilire norme penali, perché il Parlamento è il solo

  • Il Gruppo Palmieri ha proseguito nell’impegno di produrre e consegnare macchine per tunneling e drilling in tutto il mondo anche durante l’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Inoltre, nei primi giorni in cui il virus è dilagato in Cina, avete registrato un aumento di richieste, ricevendo anche lettere di ringraziamento dai vostri clienti… La nostra azienda opera in tante nicchie di mercato nei settori tunneling e drilling, in cui abbiamo sviluppato altrettante specializzazioni.
    Pertanto oggi possiamo offrire molteplici soluzioni per soddisfare esigenze diverse a seconda

  • Oggi molti economisti e cittadini comuni trovano le cause della crescente disuguaglianza di reddito e di ricchezza nelle nostre società – una delle questioni più importanti e urgenti che dobbiamo affrontare – nella proprietà privata e nell’economia di mercato e cercano la soluzione in un ritorno al socialismo e alla statalizzazione. Eppure, la nostra prosperità, il nostro progresso sociale e la stabilità politica dipendono proprio dall’importanza dell’impresa e degli imprenditori.
    Nonostante il fatto che il socialismo abbia fallito sia come ideologia sia come esperimento pratico, l’

  • La dittatura del relativismo ha avuto come successore la dittatura del pensiero unico. Ormai i giornali cantano lo stesso ritornello, diffondono, per esempio, l’idea che la proprietà immobiliare sia una proprietà statica, che vive di rendita, come vuole la teorizzazione marxista.
    Noi, invece, constatiamo come la proprietà, tanto più in questo momento, non sia mai acquisita, ma vada riconquistata giorno per giorno, come si dice della libertà.
    Lo constatiamo sulla nostra pelle, perché ciascuno di noi avverte sulla propria pelle la tassazione.
    Ebbene, il pensiero unico vuole la

  • Molti dei conflitti che insorgono tra gli uomini sono dovuti al fatto che qualcuno vuole fare A con una cosa specifica e qualcun altro vuole fare B con la stessa cosa. Per evitare questo tipo di conflitti c’è un solo modo: tutte le cose devono essere di proprietà di qualcuno, così io posso fare con le mie cose ciò che voglio fare e tu puoi fare con le tue cose quello che vuoi fare. Ma come stabilire chi possiede qualcosa e chi non la possiede? Perché gli uomini incomincino a parlare in modo pacifico, senza conflitto, occorre che riconoscano che ciascuno è il proprietario di tutte quelle

  • Le tasse sono espressione di un potere tirannico, pertanto è un dovere morale combattere contro la tassazione, sia essa eccessiva o meno.
    La tirannia può essere definita come un regime in cui un potere politico coercitivo prende decisioni arbitrarie, senza alcuna giustificazione. In un simile regime il popolo non è libero e gli individui possono essere considerati come schiavi.
    Dire che qualcuno è libero significa dire che può agire senza essere vittima di coercizione, che è il proprietario di se stesso. Ma nessuno può essere libero se non è proprietario dei frutti delle proprie

  • L’etimo di realtà, il latino realitas, ci riporta a res, cosa. La cosa pubblica a Roma. La cosa in sé di Kant. L’esser-cosa della cosa di Heidegger. La cosa freudiana di Lacan. La cosa è l’essere? La cosa è il linguaggio o è nel linguaggio, dimora dell’essere? In Duns Scoto la realitas non era la realtà esteriore, era l’esse in re della cosa: già nel XIII secolo il Doctor Subtilis indicava che la realtà vincola la cosa all’essere, all’ontologia, non a quel che appare. Confermava così il discorso occidentale, secondo cui, fin da Aristotele (“Non tutto