Alessandro Curti

  • Io sono imprenditore da una generazione e mezza, nel senso che mio padre, Libero Curti, è deceduto quando avevo diciotto anni e mia sorella, che opera all’interno dell’azienda ed è mia socia al 50%, ne aveva quattordici. Leggendo il libro di Paolo Moscatti ho avuto molte conferme su come fare l’imprenditore, perché non esiste una scuola per insegnare a diventarlo: s’impara da soli e s’impara sbagliando. È chiaro che bisogna fare tesoro dell’esperienza e degli errori commessi, per cercare di non ripeterli e per sbagliare il meno possibile.

  • Costituirà una freccia all’arco della Motor Valley l’innovazione che il vostro Gruppo, Curti Industries, ha messo in campo quest’anno per rigenerare la fibra di carbonio. La divisione Curti Energia, infatti, in collaborazione con il dipartimento di Chimica Industriale dell’Università di Bologna e con HerAmbiente, realizzerà in Italia il primo impianto per la rigenerazione degli scarti in fibra di carbonio, molto richiesta principalmente nei comparti automotive e aerospace. Possiamo constatare che la crisi attuale nel reperimento delle materie prime per il vostro Gruppo

  • Il lavoro, l’industria e la città sono tre aspetti che riguardano il suo itinerario imprenditoriale. Oggi il vostro gruppo, Curti Industries, impiega nelle sue divisioni in Italia e all’estero oltre seicento lavoratori, che operano in diversi settori di produzione, dalle macchine utensili al packaging, dalla robotica all’aerospace, innovando nella progettazione di macchine e sistemi complessi attraverso team dedicati al cliente. La vostra intensa attività produttiva da oltre sessant’anni continua a offrire opportunità di lavoro a molti giovani delle città in cui opera

  • Fondata da suo padre, Libero Curti, nel 1955, l’Officina Meccanica di Precisione Imola, O.M.P.I., nel 1968 ha assunto il nome di Curti Costruzioni Meccaniche e oggi è capofila del Gruppo Curti Industries, costituito da diverse sedi e società nel mondo, attive nei settori della fabbricazione di macchine automatiche per la lavorazione dei cavi elettrici e del packaging, dell’energia, della robotica e dell’aeronautica. In quest’ultimo caso, la divisione Aerospace ha anche conquistato importanti riconoscimenti per il sistema qualità. E il suo viaggio è incominciato proprio