Silvano Palmieri

  • “Le forge italiane caratterizzate da più di 40 siti produttivi, un fatturato di oltre 2 miliardi di euro e un numero di addetti diretti di 6000 unità occupano un ruolo di leader in Europa e nel Mondo e sono alla base di importanti comparti produttivi che spaziano dalle energie rinnovabili, eolico in particolare, alle industrie del riciclo, dalla estrazione di idrocarburi alla componentistica dell’automobile, fino all’industria aerospaziale e nucleare”. Con queste parole lo scorso 3 febbraio il presidente di Fomec Spa e coordinatore del comparto Forgiatura Federacciai,

  • In dicembre scorso, nel ricevere il prestigioso premio mondiale all’innovazione ITA Tunnelling Award 2021, il Gruppo Webuild S.p.a. (fino a maggio 2020 Salini Impregilo S.p.a.) ha ringraziato pubblicamente il vostro Gruppo Palmieri per aver dato un contributo prezioso al Progetto Riachuelo per il recupero ambientale del Rio de la Plata, in Argentina, uno dei bacini imbriferi più inquinati del mondo. La vostra innovativa attrezzatura di raise boring saliente consente di infiggere 36 tubi, del diametro di 700 mm in acciaio inossidabile e lunghi ciascuno 40 metri, all’

  • Da cinquant’anni lavoro come imprenditore nel settore metalmeccanico. Le mie industrie sono a Gaggio Montano e a Campiglia Marittima, con sette stabilimenti, oltre duecentocinquanta persone impiegate nell’Appennino e più di altre cento che lavorano in vari paesi del mondo. Il mio settore è oggi fortemente penalizzato dai costi delle materie prime e dalle difficoltà di reperirle: ne abbiamo bisogno per un’industria che stampa a caldo mille tonnellate di acciaio al mese e ne utilizza mensilmente circa altre mille per pantografati, tondi e profilati che lavoriamo e

  • Secondo i dati Prometeia, il PIL italiano quest’anno registrerà una leggera crescita. Ma la crisi attuale nell’approvvigionamento di materie prime e il loro conseguente aumento dei prezzi stanno mettendo a dura prova il manifatturiero italiano. Il vostro Gruppo, già leader nei settori tunneling, drilling e recycling, si avvale del contributo di diverse imprese di subfornitura, che sono le più esposte a inflazione e oscillazioni di mercato. Quali sono gli indici della direzione dei prossimi anni?

  • Nei prossimi anni sarà sempre più essenziale costruire nuove infrastrutture e riammodernare quelle esistenti. L’Italia è il secondo paese nel mondo, dopo la Cina, a vantare oltre 2100 chilometri complessivi di gallerie stradali e ferroviarie. Molte di queste sono state costruite, in Italia e in vari paesi nel mondo, impiegando utensili progettati e prodotti dal Gruppo Palmieri.

  • Grazie all’ingegno delle aziende italiane non è soltanto la gestione della pandemia a far discutere dell’Italia nel mondo. Il vostro contributo è stato infatti prezioso per concludere con tre mesi di anticipo il Progetto Riachuelo, per il disinquinamento del bacino idrografico Matanza-Riachuelo, a Buenos Aires.

  • Dal 1972 il vostro Gruppo investe in produzioni tecnologiche all’avanguardia, rinnovando di volta in volta l’impegno per garantire un servizio di qualità nei settori tunneling e drilling, di cui oggi siete leader mondiale. La pandemia in atto sta modificando i modi e i tempi di produzione in alcuni settori più di altri. Che cosa, invece, secondo la sua esperienza, non cambierà? Quello che non cambierà mai è l’impegno che occorre nell’impresa, sia quando è di piccole dimensioni sia quando diventano più grandi.
    L’impegno che comporta il rischio d’impresa, soprattutto quando sono

  • Nelle aziende del vostro Gruppo, leader mondiale nella costruzione di macchine per i settori tunneling e drilling, costruite un’ampia gamma di utensili e questo risultato è stato raggiunto proprio grazie all’incontro e alla discussione incessante con i vostri clienti. L’incontro è quindi essenziale nella fase della trattativa ma anche nella fase della produzione? L’incontro è sempre stato la base di ogni trattativa e di ogni affare ed è sempre stato essenziale anche per scambiare opinioni. Nel nostro lavoro, per esempio, incontrarsi è importante per raccontare al cliente quello che

  • La tecnologia di rotazione Air Mover 3000, impiegata per lo Sparvo Tunnel della variante di valico nell’Autostrada A1, è stata una delle molte frecce al vostro arco che hanno decretato Palmieri Group leader mondiale nei settori tunneling e drilling. Quel tunnel, oggi in esercizio, è rimasto quasi deserto durante i mesi di lockdown per l’emergenza da coronavirus. Dal 4 maggio invece avete proseguito l’attività, seppure in maniera ridotta, grazie alla contrattazione con i sindacati e con la Prefettura da parte di sua figlia, Alessandra Palmieri. A qualche settimana dalla ripresa dei nuovi

  • Il Gruppo Palmieri ha proseguito nell’impegno di produrre e consegnare macchine per tunneling e drilling in tutto il mondo anche durante l’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Inoltre, nei primi giorni in cui il virus è dilagato in Cina, avete registrato un aumento di richieste, ricevendo anche lettere di ringraziamento dai vostri clienti… La nostra azienda opera in tante nicchie di mercato nei settori tunneling e drilling, in cui abbiamo sviluppato altrettante specializzazioni.
    Pertanto oggi possiamo offrire molteplici soluzioni per soddisfare esigenze diverse a seconda